itzh-CNenfrdejaes

Concorso Tema 2016

Premiazione Tema: anno 2016

Benvenuti ragazzi a questo appuntamento per dare vita ad una festa voluta dalla nostra Associazione per premiare le vostre capacità, il vostro impegno e le vostre idee.

Quest’anno siamo giunti alla 21° edizione del concorso rivolto alle Scuole Superiori di Parma e provincia. Con questa iniziativa abbiamo voluto ascoltare la voce dei nostri giovani su un argomento scelto per conoscere i Vostri sentimenti, le Vostre riflessioni ed i Vostri desideri.

“Cosa chiedi alla tua famiglia e cosa ti aspetti dalla società per essere “felice”?

Ho pensato di farvi riflettere su questo argomento dato che la ricerca della felicità è un obiettivo umano fondamentale.

La lettura dei testi ha dato alla commissione giudicante la possibilità di constatare quanto sia ricca e varia l’interpretazione del tema che avete svolto.

Avete chiesto alla Società e alla Famiglia non tanto delle cose materiali ma piuttosto, tempo, ascolto, affetto e relazioni vere.

Affermate che Vi sentite felici in una Società capace di solidarietà, condivisione e rispetto per le fasce più deboli.

La Giornata Internazionale della felicità si celebra in tutto il mondo il 29 marzo di ciascun anno. E’ stata istituita dall’Assemblea generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) il 28 giugno 2012.

Anche Papa Francesco in un Suo intervento ci ha dato dei preziosi consigli per essere felici “la felicità la raggiunge chi è semplice, umile,mite ……..)

Oggi Voi siete ospiti di un’Associazione di Volontariato Internazionale presente in tutto il mondo con vari servizi di ACCOGLIENZA per ragazze giovanissime bisognose di una Comunità RASSICURANTE,FORMATIVA E CARICA DI CALORE UMANO, con progetti di promozione di cui prevenzione, recupero ed integrazione sono i pilastri. Come in famiglia si aiutano quelle giovani che sono più in difficoltà.
Crediamo nei miracoli dell’educazione e nella possibilità di volare alto anche quando si parte svantaggiati. Per questo tutto il Volontariato e gli educatori che operano nella Casa cercano di dare molto spazio all’ASCOLTO di queste nostre giovani ospiti: solo ascoltandole si possono realizzare dei progetti educativi, non fatti a tavolino ma attraverso degli INCONTRI VERI.
Oggi, però, siamo qui per fare festa a voi e per mettere in evidenza i vostri elaborati perché proprio attraverso di essi siamo riusciti a conoscervi meglio. Anzi, pur senza conoscervi, abbiamo costruito un dialogo a distanza che finalmente oggi realizziamo nel concreto.

Hanno partecipato a questo concorso moltissime scuole della Città e della Provincia, che hanno inviato centinaia di lavori. Avete, pertanto, partecipato ad una gara ad ampio respiro e per questo dovete essere veramente orgogliosi del premio che vi verrà assegnato.

Saranno premiate oggi sei scuole: Liceo Scientifico e Linguistico”Marconi”, I.T.S. “Bodoni”, I.T.S. “Giordani”, Liceo d’Arte “Toschi”, IPSIA Primo Levi, Istituto Solari di Fidenza, Istituto “Zappa-Fermi” di Borgo val di Taro, Istituto “Zappa-Fermi” sede coordinata di Bedonia, sette di Parma e tre della Provincia . Il 2016 vedrà premiati ventidue giovani.

La commissione, composta da me, dalle Prof. Scognamiglio, Baroni e Dell’Abate, leggendo i vostri temi ha svolto un lavoro molto gratificante, anche se impegnativo, e prima di “decidere” ha letto i testi più volte per premiare i lavori migliori.

Le Vostre riflessioni sul tema che abbiamo proposto hanno permesso alla commissione esaminatrice di arricchirsi attraverso i Vostri preziosi contributi e di valutare i temi migliori con entusiasmo e profonda stima.

Abbiamo apprezzato i Vostri temi che ci hanno donato una grande Speranza per la profondità e la serietà delle Vostre analisi, e per la ricchezza dei valori che avete proposto.
Avete lavorato molto bene ed i vostri elaborati sono riusciti a coinvolgerci e ad appassionarci.

La lettura di tanti elaborati e la proposta di questo concorso evidenziano che per noi dell’ACISJF l’investimento nei confronti dei giovani è la prova di quanto ci interessa il futuro. A noi adulti infatti compete la responsabilità di dare vita a delle generazioni nuove, mettendoci al loro fianco, sostenendole, e sentendoci pieni delle loro realizzazioni.

Un grazie particolare agli insegnanti che hanno accompagnato “gli alunni” in questa gara sostenendoli ed orientandoli.

Dal 2010 il premio ACISJF è intitolato a mio marito “Dott. Gianni Baiocchi” già prezioso Consigliere dell’Associazione che ha condiviso con me ideali, progetti e tanto amore per le giovani generazioni. In questo servizio ha testimoniato un Volontariato libero e gratuito vissuto per affermare i valori dell’uomo e per diffondere la cultura della solidarietà e della condivisione

Parma, 22.6.2016
La Presidente
(Anna Maria Baiocchi)

Dalla lettura degli elaborati ogni anno la nostra Presidente sig.ra Anna Maria Baiocchi stila una griglia di lettura sugli argomenti proposti.
La ricerca costante della presidente sul mondo dei giovani per conoscere preventivamente i bisogni “emergenti”, fino alla pubblicazione di un libro contenente queste importanti “griglie di lettura”


gazzettadiparma-2016-06-17-concorso tema2016

Clicca sull'immagine per ingrandirla